Dal Giornale della vela

Postato da luciano 22/01/2020 0 Commento(i)


Così ho reso la mia passione un lavoro

La mia famiglia è sempre stata appassionata di mare, sicché fin da quando ho ricordi, l’estate era simbolo di mare, spiaggie e nuove avventure.
Un’estate di molti anni fa, io avevo 9 anni, andammo in Sardegna, in Costa Smeralda. Durante la vacanza incontriamo Enz, amico storico dei miei genitori, velista, boss della scuola di vela Velamare Club, un tempo situata in Golfo Saline. In un bel giorno di maestrale Enz mi chiese se volessi uscire con lui su una deriva, cosi, giusto per provare.

Da quel giorno l’amore del mare ebbe inizio. Per l’estate seguente,  prenotai il mio primo corso di vela, l’avventura che cambiò il resto della mia vita. Finito il corso di due settimane Enz mi propose, dopo il consenso dei miei genitori ovviamente, di rimanere ad aiutare nella scuola per il resto della stagione. Subito, essendo diventato la mascotte della scuola, venni rinominato Bonzo; tutti, una volta entrati a far parte della famiglia Velamare, venivano rinominati.

Cosi inizió una lunga serie di stagioni in Sardegna al Velamare, come gavetta, aiuto istruttore, fino ad arrivare ad insegnare su cabinati in settimane itineranti e sugli skiff, 29er e 49er.

Continua a leggere l'articolo sul Giornale della Vela....

Lascia un commento